Migliore centrifuga Bosch di Agosto, 2022: prodotti, recensioni, costo e marche

Per poter valutare la migliore centrifuga Bosch andremo ad analizzare in queste esaustiva guida tutte le caratteristiche affinché tu possa scegliere l’elettrodomestico corrispondente alle tue effettive necessità

 Le caratteristiche di una centrifuga Bosch

La centrifuga Bosch rappresenta sul mercato la migliore soluzione ad uso casalingo. Il modello che viene preferito solitamente ha una potenza da 1200 watt che permette di poter centrifugare qualsiasi tipo di frutta e verdura. Solitamente presenta tre diversi livelli di impostazione per la velocità. Per le famiglie molto numerose  rappresenta un ottimo elettrodomestico che in poco tempo permette di preparare un ottimo centrifugato per tutti i componenti. Ciò è possibile grazie ad una brocca da un litro e mezzo di capacità. Inoltre si tratta di una scelta che mette in correlazione la qualità con il prezzo. Dunque è da preferire, qualora si desideri avere una centrifuga duratura nel tempo, un ottima qualità di motore e di lame.

Quando devi effettuare l’acquisto di una centrifuga bisogna tener conto delle sue dimensioni. Valutare l’ingombro ma anche il design della centrifuga stessa è fondamentale. Questo permette di utilizzarla un’unica volta per preparare tutto il centrifugato necessario. Spesso, la parte esterna risulta essere eccessivamente bombata e, a causa della profondità, non trova sistemazione facilmente. Questo implica la necessità di smontarla tutte le volte. Sicuramente una centrifuga in acciaio con alcuni componenti in plastica è il modello da preferire.

Bisogna evidenziare che l’acciaio rappresenta un materiale indistruttibile, antibatterico  ma, soprattutto grazie alla sua resistenza, riesci a proteggere il motore durante le cadute accidentali.

Quanto incide il peso

Naturalmente il peso aumenta però,  rispetto ad una centrifuga interamente realizzata in plastica, offre certamente una garanzia migliore. La varietà di prodotti che trovi sul mercato relativi alla centrifuga sono veramente diversi: alcune sono in grado di preparare fino a 2 litri utilizzando in maniera continuativa. Le valutazioni dunque bisogna effettuarle Tenendo presente la qualità del piccolo elettrodomestico e le proprie esigenze.

La potenza del motore è quel valore aggiunto che permette poi di avere una velocità e una rapidità d’azione oltre che ovviamente una migliore praticità. Come ben sai, all’interno della centrifuga frutta e verdura vengono inserite tagliate a pezzettini.  E’ per questo motivo che bisogna evidenziare che sarebbe sempre preferibile togliere la parte amara ad esempio dell’arancio  per evitare che possa dare quel sapore aspro alla spremuta.

L’unica accortezza è quella di denocciolare la frutta e quindi evitare che poi il nocciolo possa creare danni alle lame.

 Su cosa si differenzia il prezzo

Se hai le idee già ben chiare e voi scegliere una centrifuga che rappresenti un piccolo elettrodomestico da avere a casa per uso sporadico e dunque spendere una cifra limitata, sappi che il costo di partenza non sarà sicuramente Inferiore ai 50 euro. Solitamente, per questa cifra riesci ad avere una capienza di centrifugato di circa un litro e mezzo.

In questo caso puoi utilizzare frutta e verdura che non hanno particolari problematiche per essere centrifugate quindi, lavorando con una velocità bassa permettono comunque di avere un buon risultato. Il fattore del consumo dell’energia influisce in maniera significativa:  meno potente è più basso è il consumo energetico. La possibilità di regolare la velocità delle lame è un fattore importante perché spesso, nei modelli più economici non è presente. Questo vuol dire che tu puoi variare, a seconda degli ingredienti utilizzati, la velocità per ottenere il miglior centrifugato. Quando invece si inizia a salire di fascia di prezzo oltre i 100 euro sono presenti diverse modalità di rotazione che consentono una lavorazione molto più agevole rispetto a tutto il resto.

Facilità di manutenzione vuol dire anche facilità nella pulizia. La centrifuga deve essere semplice da smontare e soprattutto per essere lavata in maniera accurata. Soltanto una manutenzione adeguata permette di preservarla in buono stato e quindi far sì che possa durare a lungo nel tempo. Ogni componente dovrebbe essere estraibile in modo tale che tu possa lavarla con attenzione. La facilità nello smontare e rimontare la centrifuga è davvero eccezionale: pochi e semplici pezzi che si incastrano tra loro.

Avvicinandoti a delle fasce sempre più alte di costo tra i 150 e i 200 euro, sono dotati di un sistema di auto pulitura: in questo modo potrai dimenticarti della manutenzione e soprattutto, attivando questo semplice tasto, la tua centrifuga sarà perfettamente pulita.

 Quali sono gli accessori che possono completare una centrifuga Bosch

 Sicuramente il semplice acquisto della centrifuga Bosch è di per sè un’ottima scelta in quanto in casa un piccolo elettrodomestico del genere può essere sempre molto utile. Prestando però attenzione alle caratteristiche del modello e alle esigenze che dovrà a soddisfare, sicuramente la valutazione degli accessori può essere altrettanto importante. Un buon kit permette di rendere la centrifuga ancora più pratica. Ogni dettaglio deve essere sempre valutato a seconda della comparazione tra la qualità e il prezzo.

Quando viene realizzata la centrifuga può essere versata direttamente all’interno di un accessorio che è una caraffa salva freschezza. Questo vuol dire che la centrifuga si conserverà in maniera ottimale. Naturalmente per poco tempo, e sarà poi riposta in frigorifero grazie a questo coperchio semi apribile per poter mescolare il succo. E’ dotata di un beccuccio che permette di poterla versare senza alcun tipo di problema. Alcune presentano anche un ricettario che ti permetterà di creare soluzioni alternative per tutta la famiglia.

Prestare attenzione anche alla qualità degli accessori determina una cura particolare da parte della produzione Bosch.  Vuole darti un prezzo in una fascia medio alta con una garanzia eccellente grazie alla robustezza dell’apparecchio stesso.

Se invece preferisco una centrifuga Bosch a basso costo?

La scelta di una centrifuga Bosch a basso costo può essere considerata valida se ne dovrai fare un uso saltuario. Naturalmente i modelli che si aggirano su cifre dai 35 ai 70 euro, riguardano soluzioni per coloro che sono meno esperti e che hanno la consapevolezza di usarla raramente.

Paragonando una soluzione simile a centrifughe che possono costare anche oltre i 300 euro è importante considerare l’aspetto della qualità del materiale, della potenza del motore e dei consumi stessi.

Naturalmente, un uso professionale non può certo orientarsi in questa fascia di prezzo ma si può dire, che qualora si decidesse di spendere una cifra limitata, dovrei essere almeno considerato il materiale utilizzato scegliendo una centrifuga che consenta di avere almeno la parte del motore rivestita in acciaio.

Diplomata ad un istituto tecnico commerciale nella vita ho deciso di seguire la mia passione per la scrittura: da sempre copyright e seo blogger. Ho seguito l’evoluzione dal cartaceo all’on line dedicandomi a diversi corsi di formazione che mi hanno consentito di specializzarmi in questo settore.

Back to top
menu
miglioricentrifughe.it