Migliore centrifuga per robustezza di Ottobre, 2021: prodotti, recensioni, costo e marche

Le caratteristiche della migliore centrifuga per robustezza

Durante il periodo estivo, sicuramente la preparazione di succhi di verdure e frutta fatti in casa, risultano essere una merenda piacevole e gustosa per grandi e piccoli. Naturalmente, è indispensabile avere a disposizione una buona centrifuga che consenta di poterli realizzare nel modo corretto. L’integrazione nel proprio piano alimentare con dei centrifugati è fondamentale per apportare una maggiore quantità di vitamine e sali minerali. La funzione principale della centrifuga è quella di utilizzare un filtro per separare il succo dalla polpa. Ogni modello di centrifuga presenta determinate caratteristiche che poi andranno a determinare il suo prezzo.

È importante valutarle in maniera dettagliata per poter fare la scelta migliore in base alle proprie necessità. Generalmente ogni tipologia di centrifuga permette di realizzare sia succhi di frutta sia succhi di verdura. Tutti i modelli attualmente in vendita sono dotati di una doppia velocità e sicuramente alcuni presentano una rumorosità minore rispetto ad altri. Infatti, la distinzione viene fatta in base al motore: in alcuni casi anche se piuttosto potente è dotato di un sistema che rende davvero silenziosa l’operazione di centrifuga. Conoscere in modo dettagliato le sue funzioni è davvero fondamentale perché ti consente di utilizzarla nel migliore dei modi.

Inoltre, ogni caratteristica deve essere valutata in modo attento perché tu possa utilizzarla ed apprezzarne le sue caratteristiche. Realizzata solitamente in plastica ed acciaio questa versione rappresenta il modello più robusto. La capacità di potenza generalmente inizia da circa 400 watt fino ai 1000 watt. La dimensione della caraffa per contenere il succo varia dai 0,50 lt fino ad un litro. Integrata nella centrifuga è presente un contenitore  per gli scarti, dov’è la capacità maggiore arriva in 2,5 lt. La maggior parte dei modelli garantiscono uno smontaggio facilitato che permette un’idonea pulizia.

Il design è compatto e consente in poco spazio di avere sempre a disposizione un piccolo elettrodomestico che però rappresenta qualcosa di unico per poter migliorare il tuo benessere.

Come scegliere la dimensione

Naturalmente, la caratteristica fondamentale della centrifuga, oltre alla potenza del motore è data dalla capacità di contenere la quantità di succo per te necessaria. Questo vuol dire che una piccola centrifuga ha la capienza del serbatoio piuttosto limitata. Dunque se tu dovrai preparare centrifugati di frutta e verdura per l’intera famiglia è consigliabile acquistarne una dalle dimensioni maggiori. Alcuni modelli permettono di centrifugare 500 ml di succo e rappresentano le versioni più piccole mentre quelle quasi professionali permettono di realizzarne 2 litri.

La capienza è importante e non devi preoccuparti se hai poco spazio in cucina perché la loro forma permette di sistemarla davvero in ogni angolo. Le lame compiono un’azione fondamentale che è quella proprio di centrifugare l’alimento. Ci sono ad esempio alimenti ricchi di fibre che richiedono delle velocità molto più elevate. Quindi, più alta è la potenza e la velocità, migliore sarà la qualità del centrifugato che si ottiene.

Ovviamente, affinché tutto ciò accada è necessario avere una buona qualità della centrifuga che deve essere preferibilmente realizzata in acciaio. All’interno della struttura della centrifuga trovi il motore e le lame: queste ruotano affinché la polpa si divida dagli scarti e venga effettuato un sottile setaccio. Tutto viene sminuzzato e avviene in tempi davvero rapidi mentre attraverso un tubo vengono poi introdotti nuovi pezzi di frutta e in pochi minuti si ottiene il centrifugato che si desidera. Solitamente, la centrifuga è dotata di un raccoglitore del succo che permette anche la corretta conservazione.

In questo caso stiamo valutando delle caratteristiche generali che attengono al modello standard che però può essere scelto e completato con una serie di accessori: si evita la fuoriuscita delle gocce di succo mentre il beccuccio permette di versarlo direttamente nel tuo bicchiere.

All’interno della confezione della centrifuga troverai anche un comodo libretto d’istruzioni che potrebbe essere completato da un ricettario per poterti dare utili suggerimenti per realizzare la tua centrifuga.

Le recensioni sulla centrifuga più robusta

Seppur tutti i modelli di centrifuga garantiscono una buona durata nel tempo, certamente quella realizzata in acciaio risulta essere il modello maggiormente preferito. Si tratta di un materiale antibatterico, di facile pulizia ma soprattutto resistente agli urti.  Tutti i modelli sono dotati di piedini in gomma antiscivolo, ma potrebbe cadere in modo accidentale.

In questo caso, se la centrifuga è in acciaio il motore sarebbe certamente più protetto rispetto ad un modello in plastica. Naturalmente ciò influisce sul costo ma permette di utilizzare questo piccolo elettrodomestico nel corso del tempo senza problemi.

È preferibile tenere presente questa caratteristica oltre a quella della dimensione poiché potrai realizzare, laddove tu sceglierai un modello con una capacità di serbatoio di 2 litri, qualsiasi tipologia di centrifugato per tutta la famiglia.

 Le fasce di prezzo

Una centrifuga dalle piccole dimensioni e con un design compatto potrebbe anche consentirti di effettuare un centrifugato fino a 2 litri, in questo caso i costi oscillano tra i 50 e gli 80 euro. Modelli invece realizzati interamente in acciaio con caratteristiche particolari, che evidenziano una potenza maggiore del motore, possono arrivare a costare anche oltre i 250 euro. Il centrifugato ottenuto, in entrambi i casi è sempre ottimo, ma naturalmente un modello standard presenta meno caratteristiche e funzioni tecnologiche rispetto a un modello più evoluto.

Per ogni tipologia di centrifuga, troverai sempre solo una manopola per l’impostazione della doppia velocità. Questo vuol dire che dovrai attenerti alle indicazioni riportate sul libretto per poter avere un buon centrifugato a seconda della frutta o della verdura che stai utilizzando. Per tutti i modelli, anche quelli più costosi, si consiglia sempre di togliere il picciolo e i noccioli. Per i semi non ci sono problemi mentre per le arance se le vuoi meno amare devi anche eliminare la parte bianca. Puoi usare qualsiasi tipo di frutta: dall’ananas all’anguria fino al kiwi, la pera e per la verdura dal pomodoro agli spinaci, dal finocchio al cetriolo.

Il valore della tua centrifuga e la durevolezza nel tempo è data dal mix perfetto tra qualità è giusto prezzo. Ecco perché si consiglia di tenere presenti le proprie esigenze per poter fare il miglior acquisto.

 

 

Diplomata ad un istituto tecnico commerciale nella vita ho deciso di seguire la mia passione per la scrittura: da sempre copyright e seo blogger. Ho seguito l’evoluzione dal cartaceo all’on line dedicandomi a diversi corsi di formazione che mi hanno consentito di specializzarmi in questo settore.

Back to top
menu
miglioricentrifughe.it